I punti critici della manovra finanziaria prima di entrare in Parlamento

Leggendo con attenzione la manovra finanziaria per come è stata presentata da Tremonti, prima delle forche caudine del Parlamento, si leggono tante cose in più rispetto a quelle messe a fuoco dai media e dalle manovre politiche:

Decurtazione del personale e delle dotazioni di organi non dirigenziali a partire dal 10% (minimo) in tutti i settori (tranne quelli inerenti la ricerca) in proporzione al numero dei posti in organico. Anche licenziando, i vari enti dovranno risparmiare almeno il 10%
Qualsiasi ente che non rispetta questo parametro non potrà assumere in alcun modo personale fino al 31 marzo 2012, esclusi i dipendenti presso gli uffici giudiziari, la Presidenza del Consiglio, Autorita’ di bacino di rilievo nazionale, il Corpo della polizia penitenziaria, i magistrati, l’Agenzia italiana del farmaco, nei limiti consentiti dalla normativa vigente, nonché le strutture del comparto sicurezza, delle Forze armate, del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, e quelle del personale indicato nell’articolo 3, comma 1, del citato decreto legislativo n. 165
La tredicesima può essere pagata in maniera posticipata nel caso in cui non venga raggiunto l’obiettivo di risparmio del 10% minimo
Il 50% delle risorse statali raccolte da qui fino al 2014 saranno girate in particolare (non è stabilita una quota) agli enti virtuosi. Addio all’uso di fondi straordinari a fondo perduto per enti in difficoltà. Gli enti morosi per due esercizi consecutivi vengono commissariati. Gli enti i cui bilanci non possono essere sistemati, vengono liquidati ed il personale viene mandato in pre-pensionamento.
La liquidazione che spetta ai pensionati viene data entro 24 mesi dalla fine del rapporto di lavoro
Entro il 30 novembre 2011 saranno diramate per decreto le feste riconosciute, sia laiche che feste patronali. Ogni anno un decreto stabilirà le feste laiche e patronali riconosciute per le ferie lavorative.
Tutti i dipendenti pubblici, tranne quelli citati prima, possono essere trasferiti in base alle esigenze logistiche degli enti di riferimento anche al di fuori del territorio regionale di partenza.
Tranne alcuni enti pubblici non economici, in caso di fallimento lo Stato acquisisce tutte le strutture ed il personale degli enti morosi
Verranno create nuove lotterie, nuovi giochi e nuovi sistemi per rastrellare soldi tramite il gioco d’azzardo legalizzato. Entro il 31 dicembre 2011 possono essere proposti aumenti su tabacco per un aumento di entrate non inferiori a 1.500 milioni di euro.
Per chi appartiene ad ordini professionali, se nell’arco di cinque anni viene contestata per 4 volte la mancata presentazione di una fattura, il soggetto viene sospeso e nei casi più gravi, espulso.
Queste sono solo alcune delle parti meno note della finanziaria, alla vigilia della discussione parlamentare. Purtroppo, nessuno di questi argomenti sarà in discussione, mentre le parti inerenti le pensioni, il mantenimento dei piccoli comuni, delle province e dell’aumento dell’IVA sono al momento i cambiamenti più sensibili alla manovra finanziaria.

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: